Accetto l'uso dei cookie.


 en

 en



Ai dipinti è dedicata l’intera sessione d’asta con un’importante selezione di opere firmate dei grandi Maestri dell’800, del ‘900 e contemporanei.

Nella sezione dell’800 tavolette firmate Lorenzo Delleani e Carlo Follini. Per il ‘900 si segnalano opere di Pompeo Mariani, Cesare Maggi e Mario Sironi.

La sezione del secondo Novecento vede la presenza di importanti Maestri italiani come Mario Schifano, Roberto Crippa, Umberto Mastroianni e Mimmo Rotella.

E’ possibile partecipare all’asta tramite il sito internet, il telefono, l’offerta scritta o recandosi in sala, su prenotazione.





65   CESARE MAGGI
Roma 1881 - 1961 Torino

"Val Bregaglia" 1907
59x69,8 olio su tela
Opera firmata in basso a sinistra
Esp.: -13-28 maggio 1944 , Torino, Salone "La Stampa", n.41
- 28 febbraio - 6 marzo 1948, Torino, Galleria Fogliato, n. 120

Bibl.: - "La Stampa", catalogo, Torino 1944, p. 2;
- Catalogo Fogliato, Torino 1948, p.23;
- A. Campagnoli e A.M. Bounous Maoli, "Cesare Maggi", 1953, Torino, pag. non specificata;
- G.L. Marini, "Cesare Maggi", 1983, Gruppo Editoriale Il Prisma, Cuneo, p.n.n., tav. XIII

“Val Bregaglia” realizzato nel 1907 rappresenta il manifesto del divisionismo per Maggi. In particolare, la tecnica di realizzazione del dipinto ci rimanda alla pittura divisionista del Segantini, infatti per il Maggi l'impatto con Segantini fu una folgorazione tanto che, l'adesione al divisionismo segantiano, lo spinse ad isolarsi in alta montagna, là dove l'atmosfera era rarefatta e pura. Da qui l’amore di Maggi per la montagna piemontese, nato in seguito ad un soggiorno nel Maloia nel 1900. Da quel momento in poi, Maggi acquisisce una maniera tutta sua di interpretare il divisionismo, ovvero come una tecnica in grado di consentirgli il segreto della potenza luminosa e dello splendore dei toni. Il dipinto rientra così in un insieme di scene alpine alle quali l’artista si dedicò durante il suo soggiorno montano.

Venduto a € 46.000 + d.a.






  • 56   GIOVANNI GIANI
    Torino 1866 - 1937

    "Estate in valle" 1901
    117x193 olio su tela
    Opera firmata e datata in basso a sinistra
  • 66   CESARE MAGGI
    Roma 1881 - 1961 Torino

    "A San Mauro in una sera d'inverno" 1911
    105x145,5 olio su tela (rintelo)
    Opera firmata e datata in basso a destra
    Esp.:- 1912, Venezia, X Esposizione Internazionale d'Arte della città di Venezia, Sala 6 n. 17
    -1912, Venezia, Mostra personale

    Bibl.:- "L'illustrazione Italiana", Fascicolo I, anno 1912, p. 34
    - E. Zanzi, "I trionfatori dell'Esposizione di Venezia. Le Mostre individuali. Il pittore Cesare Maggi"
    -G. Gatti, "Pittori italiani dall'800 ad oggi", 1925, Roma, citato a p. 147;
    - A. Lancellotti, "Le Biennali Veneziane dell'anteguerra dalla I alla XI", 1926, Alessandria, citato a p. 176 con titolo errato "A San Marco in una sera d'inverno";
    - A. M. Bessone-Aurelj, "Dizionario dei Pittori Italiani", 1928, Milano, citato a p. 400;
    -P.A. Corona (a cura di), "Dizionari della Storia dell'Arte Italiana", 1930, Carlo Tarantola Editore, Vol. II p. 615 (con titolo errato "A San Marco in una sera d'autunno);
    - G.L. Marini, "Cesare Maggi", 1983, Cuneo, tav. n. 126 p. 97 e p. 374;
    - "Il valore dei dipinti dell' Ottocento e del Novecento", Torino, XVI Edizione (1998-99), p. 403.

    Cesare Maggi noto paesista della Regal montagna torinese, trae dal Segantini la passione per le nevi eterne del Piemonte. Oltre ai quadri ispirati dall'alta montagna, Maggi ha dipinto anche marine. “A San Mauro, in una sera d'inverno” rappresenta il connubio perfetto tra il suo amore incondizionato per la montagna e la neve (in seguito ad un soggiorno nel Maloja nel 1900) e la sperimentazione del nuovo rappresentato dall'impetuoso mare d'inverno. Il dipinto trae eccellente partito non solo dagli effetti del sole declinante sulla neve ma anche dal contrasto della neve brillante sotto la carezza del sole in rapporto con l'azzurro del cielo.
  • 49   PIETRO FRAGIACOMO
    Trieste 1856 - 1922 Venezia

    "Paesaggio veneziano"
    56,5x76 olio su cartone pressato
    Opera firmata e localizzata in basso a destra
    Conferma di autenticità del Prof. Andrea Baboni

    Venduto a € 10.000 + d.a.

  • 28   GIUSEPPE PALIZZI
    Lanciano (CH) 1812 - 1888 F

    "L'abbeverata nella foresta di Fontainebleau"
    55x65 olio su tela (rintelo)
    Opera firmata in basso a destra

    Venduto a € 7.000 + d.a.

42   ALBERTO PASINI
Busseto (PR) 1826 - 1899 Torino

"Cavalieri al galoppo" 1862
46,5x38,4 olio su tela
Opera firmata e datata in basso a sinistra
Esp.:- 2014, 7 febbraio-29 giugno, Torino, Fondazione Accorsi - Ometto, "L'Oriente di Alberto Pasini" (etichetta al retro)

Bibl.:- G. L. Marini, "L'Oriente di Alberto Pasini", Ad Arte, p. n.n. ripr. a colori

Valutazione su richiesta

  • 41   GIULIO ROSATI
    Roma 1861-1917

    "Beduini nel deserto"
    35x51 acquerello su carta
    Opera firmata in basso a destra
    Presenti piccole macchie in corrispondenza della parte alta del dipinto

    Valutazione su richiesta

  • 95   ANTONIO MANCINI
    Albano Laziale (RM) 1852 - 1930 Roma

    "Figura in costume"
    76x47 olio su tela
    Opera firmata in basso a sinistra
    Già Asta Finarte, 1998
    Bibl.:- C. Virno," Antonio Mancini. Catalogo ragionato dell'opera. La pittura a olio/Repertori", Ediz. illustrata,
  • 44   ANTONIO FONTANESI
    Reggio Emilia 1818 - 1882 Torino

    "Big Ben" 1865-1866
    32x22 olio su tavola
    firmato in basso a destra
    Esp.: - Galleria Fogliato,Torino, 1972, cat. n. 28;
    - Galleria di Arte Moderna, Torino, 1997, mostra a cura di Rosanna Maggio Serra "Antonio Fontanesi", cat. p. 182, tav. n. 54.

    Bibl.: - M. Bernardi, Fontanesi a Londra, Torino, 1972, p. 65;
    - L. Mallé, La pittura dell'Ottocento piemontese, Torino, 1976, riprodotto in copertina e tav. 284;
    - R.M. Serra, Antonio Fontanesi 1818/1882, Torino, 1997, pag. 182, tav.n. 54.

    I due quadri appartengono al periodo trascorso da Fontanesi a Londra (ottobre 1865/autunno 1866) e ne costituiscono forse la sola testimonianza pittorica ottenute con la tecnica del cliché/verre. Il soggiorno londinese apre un nuovo periodo di riflessione poiché a contatto con la pittura di Rembrandt, Constable e Turner, dopo una folgorante visita alla National Gallery per la quale il Fontanesi svilupperà un amore incondizionato tanto da ritrarre il famoso museo londinese in questo quadro intitolato proprio “Londra. National Gallery” e non solo. La torre del Palazzo del Parlamento “Big Ben”, invece, è stata presa a modello dal Fontanesi anche in una veduta della serie di cliché/verre Sketches of London.
    Le due opere sono rari documenti pittorici di un tema caratteristico dell'opera di Fontanesi: la vita nella città, l'architettura urbana animata dalla folla in movimento.

  • 43   ANTONIO FONTANESI
    Reggio Emilia 1818 - 1882 Torino

    "Londra. National Gallery" 1865-1866
    29,5x22 olio su tavola
    Esp.: -Galleria Fogliato, Torino, 1972, cat. n.28;
    - Galleria di Arte Moderna, Torino, 1997, mostra a cura di Rosanna Maggio Serra "Antonio Fontanesi", cat. p. 182, tav. n. 55.

    Bibl.: - M. Bernardi, Fontanesi a Londra, Torino, 1972, p. 65;
    - L. Mallé, La pittura dell'Ottocento piemontese, Torino, 1976, riprodotto in quarta di copertina e tav. 285.
    - R.M. Serra, Antonio Fontanesi 1818/1882, Torino, 1997, pag. 182, tav.n. 55.

    I due quadri appartengono al periodo trascorso da Fontanesi a Londra (ottobre 1865/autunno 1866) e ne costituiscono forse la sola testimonianza pittorica ottenute con la tecnica del cliché/verre. Il soggiorno londinese apre un nuovo periodo di riflessione poiché a contatto con la pittura di Rembrandt, Constable e Turner, dopo una folgorante visita alla National Gallery per la quale il Fontanesi svilupperà un amore incondizionato tanto da ritrarre il famoso museo londinese in questo quadro intitolato proprio “Londra. National Gallery” e non solo. La torre del Palazzo del Parlamento “Big Ben”, invece, è stata presa a modello dal Fontanesi anche in una veduta della serie di cliché/verre Sketches of London.
    Le due opere sono rari documenti pittorici di un tema caratteristico dell'opera di Fontanesi: la vita nella città, l'architettura urbana animata dalla folla in movimento.

155   GEORGES MATHIEU
1921 - 2012

"Senza titolo" 1958
62,5x47,5 gouache su carta
Opera firmata e datata in basso a destra
Autentica della Galerie Protee, Parigi
Certificato di autenticità Comité Georges Mathieu con n. AGS0041 rilascito in data 27/11/2020

Venduto a € 13.000 + d.a.

111   ALBINO GALVANO
Torino 1907 - 1990

"Bagnanti" 1932
190x230 olio su tela
Opera firmata in basso a sinistra
Autentica dell'artista su fotografia
Esp.: -Torino, 1992, Circolo degli Artisti, "Omaggio a Albino Galvano". Pubblicato sul catalogo della mostra P.Fossati, F.Garimondi, M.C. Mundici (a cura di), "Omaggio a Albino Galvano", Electa, pubbl. a pag. 41

116   MAURICE UTRILLO
Morlius (F) 1883 - 1955 Dax (F)

"Bonne année" 1932
32x26 tecnica mista su carta
Opera firmata in basso a sinistra
Esp.: -"Utrillo-Valadon-Utter, periode Saint-
Bernard", Museé de L'Ain, Prieuré de
Brou, Bourg Embresse giu/ago 1965
(etichetta a tergo)
-"Utrillo e i maestri della scuola
francese", Galleria d'Arte Pirra, Torino
feb/mar 1975, tavola 8 del catalogo
-"Utrillo e la Scuola di Parigi", città
di Canale, lug/ago 1977, tavola 8 del
catalogo

In questa deliziosa opera del 1932 Maurice Utrillo dipinge con rapidi tratti un ambiente cittadino in inverno (le chiese erano tra gli edifici più ricorrenti nella sua opera) e aggiunge, fatto che accresce la rarità dell’opera grazie all’elemento storico e personale, una lettera con l’augurio di buon anno indirizzata a Georges Salendre, scultore francese amico di famiglia che realizzò anche un busto in pietra dell’artista, oggi conservato presso il Museé de Brou a Bourg-en- Bresse.


Venduto a € 12.000 + d.a.




Esposizione da venerdì 4 a domenica 13 dicembre
Orario continuato 10 - 19

Telefono: (+39) 011.437.77.70
E-mail: info@santagostinoaste.it
WhatsApp: (+39) 393.28.22.769

SFOGLIA PDF    SCARICA PDF

SFOGLIA PDF    SCARICA PDF

Asta 177 - Dipinti antichi, dell'800, del '900 e contemporanei
Torino, 14 dicembre 2020


Dipinti antichi, dell'800, del '900 e contemporanei

Ore 16:00 dal lotto 1 al lotto 177
Esposizione da venerdì 4 a domenica 13 dicembre
Orario continuato 10 - 19
Telefono: (+39) 011.437.77.70
E-mail: info@santagostinoaste.it
WhatsApp: (+39) 393.28.22.769