en





HOME> ACQUISTARE>COME ACQUISTARE> Condizioni di vendita


Condizioni di vendita


 

1. Le vendite vengono effettuate al maggior offerente e si intendono immediatamente regolate per cassa.

2. All’atto delle aggiudicazioni il compratore è tenuto a versare un acconto e a completare il pagamento entro il giorno successivo. Il compratore deve ritirare le opere acquistate a sua cura e rischio entro 24 ore dal pagamento; in difetto, gli oggetti verranno depositati in magazzino e ivi custoditi per 15 giorni. Tutte le spese, comprese assicurazione, trasporto, magazzino e imballaggio saranno a carico dell’aggiudicatario; trascorso tale periodo, la Sant’Agostino declina ogni responsabilità per la custodia e lo stato di conservazione delle opere non ritirate nei termini stabiliti.

3. Alla cifra di aggiudicazione vanno aggiunti i seguenti diritti d’asta a carico dell’acquirente:

- I        scaglione da € 0,00 a € 50.000 22%
- II scaglione da € 50.001 a € 200.000 15%
- III scaglione da € 200.001 a € 350.000 12%
- IV scaglione da € 350.001 a € 500.000 10%
- V scaglione da € 500.001 e oltre 5%

 

4. L’asta è preceduta da un’esposizione che consente l’esame dello stato di conservazione e della qualità delle singole opere; consente inoltre di chiarire eventuali errori e inesattezze del catalogo. Dopo l’aggiudicazione non sono pertanto ammesse contestazioni a riguardo.

5. La casa d’aste offre piena garanzia che tutti i dipinti sono autentici.

6. Qualora sorgessero contestazioni circa l’assegnazione dei lotti durante la gara, è insindacabile facoltà del banditore riprendere l’incanto partendo dall’ultima offerta.

7. Per partecipare all’asta è necessario registrarsi e ritirare la propria paletta numerata previa esibizione di un documento d’identità non scaduto e sottoscrizione del modulo di registrazione. La paletta dovrà essere restituita alla fine dell’asta (dopo aver firmato il verbale in caso di aggiudicazione). I Clienti non saranno autorizzati a ritirare gli oggetti acquistati fino a quando il relativo pagamento non sarà andato a buon fine, a meno che essi non abbiano in precedenza aperto crediti o preso accordi diversi per il pagamento.

8. Non si accettano contanti quando il valore dell’operazione, anche frazionata, è complessivamente pari o superiore a 1.000,00 €.
Si accettano pagamenti:

- a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a Sant’Agostino Casa d’Aste S.r.l., Corso Tassoni 56, 10144 Torino;
- a mezzo versamento sul c/c postale 60169521 intestato alla Sant’Agostino Casa d’Aste S.r.l.;
- a mezzo bonifico bancario presso la Banca Intesa-San Paolo S.p.A., Via Monte di Pietà 32, Torino sul c/c 107637 intestato alla Sant’Agostino Casa d’Aste S.r.l., IBAN: IT94 X030 6909 2171 0000 0107 637

9. Ogni eventuale reclamo deve pervenire alla Sant’Agostino entro una settimana dal termine della vendita: trascorso tale termine la Sant’Agostino, che agisce in qualità di intermediaria, non ha più alcuna responsabilità. Qualora il reclamo sia riconosciuto valido, sarà rimborsata all’acquirente la somma pagata, esclusa ogni altra pretesa. Le tasse versate non sono rimborsabili.

10. In caso di inadempienza il Cliente sarà tenuto in ogni caso a corrispondere alla Sant’Agostino una penale pari al 20% del prezzo di aggiudicazione, salvo maggior danno. In caso il Cliente avesse già versato una caparra, la Sant’Agostino si riserva il diritto di recedere dalla vendita trattenendo la somma ricevuta a titolo di caparra, oppure di ritenere risolto il contratto, trattenendo a titolo di penale l’acconto versato come caparra, salvo maggior danno.

11. La Sant’Agostino si riserva il diritto di respingere qualsiasi offerta. L’offerente del prezzo più alto, riconosciuto dal banditore, sarà l’acquirente. Nel caso di qualsiasi controversia tra offerenti o nel caso di dubbi da parte nostra circa la validità di qualsiasi offerta, sarà lasciato alla discrezione del banditore di determinare l’offerente vincente, oppure rioffrire e rivendere l’articolo in discussione. Qualora insorgessero controversie dopo la vendita, sarà conclusivo il nostro registro delle vendite.

12. Per gli oggetti sottoposti a notifica dello Stato, ai sensi degli artt. 2, 3 e 5 della legge 1 gennaio 1939 n. 1089, gli acquirenti sono tenuti all’osservanza delle disposizioni vigenti in materia. Gli acquirenti dovranno versare il 10% del prezzo di aggiudicazione a titolo di deposito e completare il pagamento allo scadere del periodo richiesto dallo Stato per la prelazione. Se il diritto di prelazione venisse esercitato, la Sant’Agostino restituirà l’intera somma versata.

13. Il direttore della vendita può accettare offerte scritte per mezzo dell’apposito modulo incluso nel catalogo e ad un prezzo non inferiore alla base d’asta. Le richieste di partecipazione telefonica possono essere richieste solo per lotti con base d’asta superiore a 500,00 € e devono essere accompagnate da un offerta scritta con le condizioni di cui sopra.

14. Nel corso della gara, il banditore può variare l’ordine previsto nel catalogo e ha facoltà di ritirare o riunire o dividere i diversi lotti.

15. Chi concorre all’asta accetta di fatto il presente regolamento. La Sant’Agostino agisce in qualità di mandataria del committente, non acquista né assume obblighi in proprio ed è tenuta a rispettare il prezzo di riserva degli oggetti posti in vendita del venditore.

16. A seguito del D.lgs 118/2006, in caso il prezzo di vendita di un’opera sia superiore a 3.000,00 €, la Sant’Agostino è tenuta a versare il c.d. “diritto di seguito” per conto dei venditori alla SIAE. Tale compenso è compreso nella commissione pagata dal venditore per i lotti venduti ed è così determinato: 

- 4% per prezzi di vendita da 3.000,00 € a 50.000,00 €
- 3% per prezzi di vendita da 50.000,01 € a 200.000,00 €
- 1% per prezzi di vendita da 200.000,01 € a 350.000,00 €
- 0,5% per prezzi di vendita da 350.000,01 € a 500.000,00 €
- 0,25 % per prezzi di vendita superiori a 500.000,00 €

17. Il caso di contestazioni è competente esclusivamente il Foro di Torino.